A luna chiusa

Propongo questo brano che parla del Sud, di una donna tradita che vede sparire la luna dal cielo.
Ringrazio di cuore Carlo Becattini per aver concesso la sua bellissima opera come immagine di copertina.
Il brano fonde sonorità popolari a incursioni decisamente elettroniche. 
Buon ascolto..
Bianca Bi

Per chi non avesse Spotify:

Lettere

20/04/22
19:30

Caro (...). Ho una tale tristezza a volte, una tristezza che celo con raffinato talento. Ogni volta che ci diciamo “ciao” qualcosa muore e non muore nulla; si sta nei bordi, costantemente. Si cammina in centimetri pericolanti. Quando dici “ciao” sto sempre per cadere e non cado mai. 
Come in quei sogni che ogni tanto ti racconto. 
Non sono bloccata, piuttosto sto in un bilico impossibile. 
Quello cioè di urlarti senza cuore: resta! oppure coi pugni serrati e la voce rotta e la luce precipitata lungo il buio del burrone: non tornare più! 
Mai più, che qualcosa possa finalmente morire. 

Bianca Bi

Dentro un cassetto

qualcuno ci ha posti
dentro un cassetto
al buio sentiamo
la vita che lotta
il fragore del dolore
ci giunge da fuori. qui tutto è quiete.
in questo abbraccio di morte
restiamo immobili
nella pace. tu fiume che t'addormenti
sulle mie rive
io mare colmo d'acqua dolce
mare senza onde
sangue che non vuol pulsare. 

Bianca Bi

Ed è l’alba

vorrei andarmene
in punta di piedi portandomi
le cose che sempre
sono state mie
ora sparpagliate
in questa stanza piena
delle tue incerte impronte.
vorrei chiamarti per nome e dirti
io vado
benché sia io stessa 
un'incertezza fatta di brevi eclissi.
dormo e sogno di te
ma sempre davanti l'uscio 
o sotto le finestre
già quasi via eppure ancora qui
in questa stanza meretrice 
che non ci vuole soli.
cerco le mie cose inciampando
in quelle altrui piene di profumi
e delle tue mani
raccolgo dei cocci e
due conchiglie e penso che siamo
infiniti.
vorrei andarmene con fermezza
in punta di piedi
guardandoti appena
già dimenticandoti.
invece ti sfioro. ti dico ti voglio bene
e non mi sono mossa
e sono notte e tu giorno.
ed è l'alba.

Bianca Bi

Dammi la mano – Bianca Bi

"Tu dici il vento distrugge 
perché è con foga che cerca il mare
Dici le nuvole hanno un destino speciale,
sparire". 

Pubblico il terzo singolo dell’Album “Di sangue e terra”.

Alla chitarra Giuseppe Bortone.

E’ presente un chiaro riferimento ai Pink Floyd, soprattutto in chiusura. Buon ascolto…

Bianca Bi – Siedi pensieroso

Pubblico il secondo singolo estratto dall’Album “Di sangue e terra“, buon ascolto!

Musica e testi: Bianca Bi

Chitarra elettrica: Giuseppe Bortone

“Siedi pensieroso

col tuo vestito di seta 

e nello sguardo un’aquila bianca

e nelle tasche una polvere nera ”

Ci si può accostare senza mai incontrarsi

ci si può accostare senza mai incontrarsi
spazzati via dall'impeto di un vento
che tradisce
da un capriccio del destino.
commossi e tormentati dall'uguale
dallo scorcio che non muta
davanti le nostre finestre
snebbiano piano i reciproci volti 
ogni giorno snebbiano
ricostruiti
ogni giorno da capo
con la minuzia dell'artista
perché con arte ti rianimo
vuoto del corpo
buco, oscurità.
vieni con me una volta per i campi?
senza toccarci andremo

cercheremo un luogo a noi caro
e tanto ampio
dove seppellire queste due parole
che mai potremo dirci. 

Bianca Bi

A te resto devota

A te resto devota 

mia consolazione

inviolabile reliquia delle macerie

a te mi spalanco

perché non temo il tuo tradimento 

né mai potrei tradirti 

come non posso dire al cuore:

non battere

tu mi possiedi ora pulsi e ora taci

come ti conviene

con la tua alternanza capricciosa

senza apice né fine

ininterrotto affanno

a te mi abbandono

perché mai mi abbandonerai

nessun legame umano

come tu per me sarà

ossa, e sangue

albero, e vento

orlo, e abisso.

Bianca Bi

Immagine: Acquerello e matita su cartoncino “Albero al vento”, Bianca Bi.