uomo setacciato

 

acqua che picchietta sulle tegole dei tetti
lancette d’orologio forse un po’ più lente
il merlo, quello delle quattro del mattino,
canta ancora in lontananza.
è una pioggia cauta oggi, senza tuoni
qualche clacson e ruote sull’asfalto
la casa scricchiola ogni tanto, quasi un po’ viva
a guardar bene la crepa sul soffitto
sembra più lunga.
ma no, le cose stanno.
così come impiccate
il pane sopra il tavolo e accanto il kiwi
gli alberi, fermi, che attendono e attendono
e a qualcosa da secoli  s’arrendono.
e non accade nulla
e tutto cocciutamente accade.
imperturbato, sta.

Bianca Bi

7 pensieri su “uomo setacciato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...