A volte t’immagino

a volte t’immagino suonare il piano
e io ad ascoltare senza pensare a nulla
supina sul letto
ma sopratutto la naturalezza
delle cose che seguono l’andare
delle note e non si ostinano
e non v’è brevità di tempo
né fretta di vita.
t’immagino pensare a me quando suoni
e a noi due e forse il mare ma solo noi
nel mare e qualche gabbiano – che bel verso i gabbiani –
o le rondini – che ricordo l’anno passato
giunsero quasi a maggio –
e noi in silenzio e guai a parlare.
t’immagino suonarmi il corpo
coi miei toni preferiti e i tuoi suoni più caldi
allora mi alzo adagio adagio
le note volano indomate
mi siedo le ascolto
e a una a una
le innamoro
ciascuna al proprio tasto.

Bianca Bi

2 pensieri su “A volte t’immagino

  1. natipervivereblog

    Decisamente stupenda! Ho avuto la fortuna di vivere con un padre cantante lirico e pianista al Teatro la Fenice, sono stata cullata dalla musica.
    Le tue parole mi hanno fatto vivere bellissime e dolcissime emozioni
    Colgo l’occasione per mandarti i miei più sinceri auguri di Buona Pasqua
    Adriana Pitacco

    Piace a 1 persona

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...