Archivi categoria: Pensieri Parlati

Ho toccato quante più cose possibili

ho toccato quante più cose possibili
indugiando sui perimetri dei petali,
sui contorni della carta.
ho sostato pulsando nel tempo del dolore,
ho annusato la viscosità dei liquidi,
ho percorso le linee dure del legno
e le curve dolci dei suoi nodi:
piccole fessure sull’anima delle cose
per leccare e bere
per riconoscere il mondo
di ogni giorno e ogni istante fermo nel presente.
ho tentato di fissare l’esperienza
disegnandola col mio caldo corpo
sulla superficie fredda del biancore
ma ho sentito un battito
e altro non ho saputo scrivere che cuore
raggelando i corpi alle parole,
di neve
uccidendole.

Bianca Bi

(Disegno di Bianca Bi: matita su un E.C.G)

La speranza

La speranza può essere tortura quando diventa il ritmo di una vana attesa che mai lascia spazio al silenzio, alla dolce quietezza della rassegnazione.

Bianca Bi

 

Immagine: "Ossessione", Acrilico su tela, cm. 120x80, 2006. Daniela Magnaguagno

Il lamento

Il lamento non ha origini né mete.

E’ un vento che esiste e cerca sbocchi. Del tutto inutile ostacolarlo, seguire la via che sceglie per scovarne la direzione, indagare da dove venga.

Ora è un albero che scompiglia, ora un prato, ora il volo di un uccello.

Il lamento è un’incertezza che domanda pietà a chi cerca di definirla.

Una domanda che non vuol sentir risposte.

 

Bianca Bi